MICROLEARNING: FORMAZIONE A DISTANZA SU MISURA DEGLI UTENTI

Condividi questa notizia:

Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

La formazione a distanza (FAD), ed in generale il mondo dell’education, è sempre attenta all’innovazione, che può portare benefici non soltanto ai formatori, ma anche e soprattutto ai discenti.

Al giorno d’oggi, la frenesia della vita quotidiana determina una diminuzione del tempo che si può dedicare alla formazione personale e all’aggiornamento professionale.

Il microlearning risponde all’esigenza di adattare la formazione alle esigenze dei corsisti.

MICROLEARNING: DEFINIZIONE E PRESUPPOSTI

Il microlearning è sicuramente uno dei trend più interessanti dell’e-learning perché risponde ad una esigenza specifica dei corsisti: formare tenendo conto del poco tempo a disposizione.

Questo nuovo trend si sviluppa su un presupposto specifico che ha come base ricerche condotte sull’andamento dell’attenzione degli utenti con il passare del tempo.

Secondo gli esperti, durante una sessione formativa, una lezione o una conferenza, le persone riescono a seguire attentamente la spiegazione per i primi 8 minuti e se dopo 20 minuti non si introducono elementi di novità l’attenzione crolla fino a sparire. Come se non bastasse, l’80% delle informazioni e dei concetti vengono dimenticati dopo 30 giorni se manca un intervento di rinforzo.

Il microlearning rappresenta la soluzione: predisporre contenuti e-learning per le piattaforme FAD suddivisi in unità di breve durata (2-5 minuti). In questo modo il grado d’attenzione dei discenti aumenterà e la formazione risulterà meno impegnativa.

I VANTAGGI DEL MICROLEARNING

Dopo aver dato una prima definizione e messo in evidenza il presupposto su cui si basa il microlearning, passiamo adesso ad elencare i vantaggi che il microlearning può portare al mondo delle piattaforme FAD:

STRATEGIE DI UTILIZZO

Per poter efficacemente utilizzare il microlearning è necessario sviluppare una strategia che tenga conto sia delle esigenze dei discenti sia degli strumenti necessari per poterli soddisfare.

Innanzitutto, bisogna dotarsi di piattaforme FAD semplici, intuitivi e totalmente personalizzabili. Il software che si utilizza è la base per poter raggiungere il proprio obiettivo.

Una volta scelta la propria piattaforma (qui potrete vedere tutte le nostre piattaforme FAD) è necessario concentrarsi sui contenuti; non basarsi troppo sui contenuti tradizionali, ma utilizzare formati accattivanti ed interattivi come video e corsi in formato SCORM.

Passaggio finale è il costante monitoraggio dell’attività dei corsisti e l’adeguare i contenuti alle loro esigenze.

PER CONCLUDERE

Il microlearning, come tutti i nuovi trend e tecnologie digitali porta con sè vantaggi, ma anche potenziali difficoltà. Sta a chi le adotta sfruttarne le potenzialità e arginarne le problematiche, in modo da poter portare avanti una strategia vincente.

Per restare sempre aggiornati sul mondo dell’e-learning date un’occhiata alla nostra raccolta di articoli.

Se stai cercando un fornitore affidabile o un partner per progetti autorevole, VITECO potrebbe essere la soluzione per te.